Archivio per giugno 2008

Un premio gradito e inaspettato…   1 comment

Che felicità…
Maddy mi ha fatto un regalo graditissimo.
Ha premiato il mio blog con
“Brillante Weblog”
 
  
 

Image and video hosting by TinyPic

Ancora molte grazie

e prima di passare la palla posto il Regolamento:

1. Al ricevimento del premio, bisogna scrivere un post mostrando il premio e citare il nome di chi ti ha premiato mostrando il link del suo blog.

2. Scegli un minimo di 7 blog (o più) che credi siano brillanti nei loro temi o nel loro design. Esibisci il loro nome e il loro link e avvisali che hanno ottenuto il Premio “Brillante Weblog”.

3. (Facoltativo) Esibire la foto (il profilo) di chi ti ha premiato e di chi viene premiatonel tuo blog.

 

Bene, adesso sta a me, quindi premio:

  Felyr:Perché è un ragazzo straordinario, semplice, adorabile e straordinario…

More:Perché i suoi interventi mi lasciano sempre tanta dolcezza nel cuore.

AndrewCav:…Forse quella pozione, ancora non l’ho smaltita…

Pollo:Una ragazza che scrive fluido e leggibile come pochi.

Stefy:Perché mi ha colpito le foto di se stessa… viene sempre così bene…

Remus:Perché ha tutto ciò che vorrei avessero i miei figli, compreso il modo di scrivere.

Konn:Perché Konn è Konn e questo deve bastare, se non mi credete, passate da lui e poi ne riparleremo…

Annunci

Pubblicato 25 giugno 2008 da nowablu in Premi

Dal blog di Coop…   Leave a comment

… Che l’ha preso da quello di Sum…Sorriso
Anche se avevo ricevuto un test molto simile per messaggio da un amico…
 
Se fossi:
 
Un numero: 5
Un colore: Blu
Uno sport: Estremo
Una materia scolastica: Astrofisica
Un mestiere: Pilota aeronautico
Un luogo: L’Isola che non c’è
Un genere musicale: Dal ritmo sostenuto!
Una lettera: E
Un oggetto: Balestra
Un giorno della settimana: Venerdì
Un mese: Luglio
Un indumento:Calza autoreggente
Una pietra: Zaffiro
Un libro: Assurdo Universo
Un cibo: Fiorentina al sangue
Una bevanda: Birra ghiacciata
Uno strumento musicale: Saxofono
Un profumo: Tè bianco
Un futto: Fragola
Un festa: Di paese
Una nazione: Italia
Una lingua: Italiano
Un fiore: Non ti scordar di me
Una capitale: Boh, purché tranquilla…
Un gioiello: Cavigliera d’argento
Un personaggio delle fiabe: Aida degli Alberi
Uno dei sette nani: Gongolo
Un cantante: Bonnie Tyler
Una canzone: Hallo again (almeno in questo momento, domani chissà…)
Un cellulare: 3310 (vecchiotto, ma indistruttibile!)
Una stagione: Estate
Un cioccolatino: Fondente amaro
Un gioco: Nascondino
Un’arte: Danza
Un gusto di gelato: Cioccolata
Un sentimento: Nessuno, è roba che dura troppo. Io vivo di passioni.
Un elemento: Fuoco
Un pianeta: Naboo
Un animale: Medusa
 
 
 
 
 

Pubblicato 17 giugno 2008 da nowablu in Cronache mondane

Oggi si, domani chissà….   4 comments

Ho pensato tutto il giorno a cosa scrivere stasera, su questo intervento, ma non so quanto alla fine le parole che scriverò mi saranno di conforto… eh si, perché sostanzialmente, questo intervento è per me.
Lunedì scorso, l’altro ieri cioè, il compagno di una mia cara amica se ne tornava a casa dopo il lavoro, con lo scooter. C’è chi dice che correva un po’, ci sta… chi non lo fa talvolta… Beh, gli mancavano poche centinaia di metri e sarebbe arrivato a casa, dalla sua compagna (non la chiamo moglie, perché avevano fatto la scelta di non sposarsi per il momento) e dai suoi due bambini, Chiara, 4 anni e mezzo e Lapo, un anno appena.
…… Stamattina mi sono dovuta arrangiare in fretta e furia, perché ho saputo che due pomeriggi fa, Roberto a casa non è mai arrivato e oggi alle tre, c’è stato il suo funerale.
Adesso, come madre di due bambini quale anch’io sono, mi chiedo: quando la mattina mi preparo per andare a lavorare e preparo anche i miei piccolini, li lavo, li vesto, preparo loro la colazione e poi li accompagno all’asilo, sono davvero sicura che tornerò sempre, ogni giorno? Ogni volta lascio “da fare a dopo” alcune cose, a volte sono pure importanti, ma considero che tornerò a tempo per farle e poi andrò a riprendere i bambini all’asilo… i miei piccoli tesori, che ogni volta che mi vedono apparire sulla porta mi sorridono e mi tendono le manine…
E la stessa cosa vale anche nei confronti del loro babbo, al quale sono tanto attaccati. Come è giusto che sia…
Che accadrebbe se un giorno io non tornassi?
O se a non tornare fosse il loro babbo?
Parlando egoisticamente, come affronterei il problema di dire loro che il babbo non tornerà mai più?
Mi sono immedesimata nella mia cara amica Irene per tutta la mattina, lei alla figlia più grande l’ha detto, come abbia fatto non lo so, non ho la più pallida idea di quali parole abbia usato con una figlia di soli 4 anni e mezzo, ma lo ha fatto… e ha tutta la mia ammirazione.
……………… Una chiesa strapiena di giovani, l’incredulità di tutti di fronte alla velocità con cui tutto è successo e lo strazio di quei due genitori, mentre l’Irene ogni poco alzava lo sguardo verso quella bara di legno chiaro, consapevole che quello di oggi sarebbe stato l’ultimo giorno in cui poteva stare insieme al suo Roberto…

Pubblicato 11 giugno 2008 da nowablu in A volte son seria

Auguri   1 comment

SoleSoleSoleSoleSoleSoleSoleSoleSole
BUON COMPLEANNO
REMUS
SoleSoleSoleSoleSoleSoleSoleSoleSoleSoleSoleSoleSoleSoleSoleSoleSole

Pubblicato 10 giugno 2008 da nowablu in Cronache mondane

Prendo le tue mani…   1 comment

Shee, dall’alto di una rupe, osservava l’orizzonte con fare apatico… nessuna traccia della battaglia alla quale voleva prender parte. Cos’era accaduto? Perché dopo tanto dire, tutto e tutti si erano zittiti?
Giocherellava con la sua spada, cercando di non farsi prendere dalla noia… quando una nube, in cielo, sembrò prendere forma concreta. Una forma che lei conosceva molto bene e che le sorrideva, un sorriso da sempre capace di rasserenarla…
– Ciao, Shee… sorella mia, tanto devota, guarda…- Il volto grazioso di Maddy aveva preso forma in quella nube galleggiante sopra di lei:
– E’ un nuovo percorso, un’alternativa al battersi. Non voglio che i tuoi abiti si insozzino di sangue… neanche se è quello del tuo nemico. Vieni, guarda…- Shee si protese oltre il baratro che circondava l’irta rupe…
– No, Shee… non in basso, guarda più su, vedi quelle montagne? Oltre loro, dove il tuo sguardo si offusca; dove il mondo piega la sua dolce curva rotonda e ti esclude il suo seguito… è là che andrai, se vorrai seguirmi. Niente guerre sanguinarie, niente notti che odorano di morte, ma una nuova dimora… tanto accogliente e calda da far morir d’invidia chi credeva di lasciarci all’addiaccio per sempre… Apri di nuovo le tue ali di Banshee, sorella cara e seguimi…- Maddy tese le mani alla sorella, Shee spalancò le sue ali e a braccia tese volò verso di lei, prese le mani di Maddy tra le sue e si lasciò guidare verso il rosato orizzonte albeggiante…

Pubblicato 9 giugno 2008 da nowablu in Scoglionamenti estemporanei

Altro pedaggio pagato…   5 comments

Che bello… che bel sabato sera diverso che ho passato… breve e intenso, come tutte le volte che rivedo uno di voi…
Ai raduni faccio l’indigestione, questo si, ma quanto è bello quando al di fuori di questi posso vedere qualche vostro visino…
Ed ecco che già nel pomeriggio (o era addirittura mattina?) parte il fremente accordo tra me, Konn e la Tassa sull’ora di ritrovo perché a Firenze era tornato TARAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
LinguacciaLinguaccia Ok, non che fosse una sorpresa, lo aveva detto già durante il raduno maggiolino e forse anche già da prima… divento infantile in certi frangenti… infantile e scalligrafata, ma che ci posso fare? Dopo tanto “babbanare”, la faccia di un diagonaller è sempre una cosa meravigliosa.
Peccato che alla fine Konn non si sia potuto unire a noi…
Peccato che scopro sempre di quanto veloce passi il tempo quando sto bene…
Peccato che debba sempre pagare ogni mio momento di gioia e di svago…
 
E poi, come se non bastasse, pure l’influenza!Perplesso… Non vale neanche la pena che mi ci incazzi…
 
Scusa mamma, se hai dovuto rinunciare alla tua uscita, ma se mi avessi parlato dei tuoi programmi io mi sarei organizzata in un altro modo! E poi toglietemi una curiosità:
perché tutti quanti avete un sacco di problemi solo quando devo uscire io? Forse perché quando esce lui io non chiedo aiuto a nessuno…

Pubblicato 3 giugno 2008 da nowablu in Scirocco misto a polveri fini