Archivio per gennaio 2012

E’ tornato il player!!   Leave a comment

Da oggi il mio blog ha nuovamente la musica!
Premete play sul lettore a fianco e potrete ascoltare la musica che amo di più!

Ogni brano riprodotto è libero!
La musica di questo mese è:

Freyjas tears medley
Medley 2010
Butterfly Odissey
Cavern of Time V2

di Butterfly Tea, i cui album sono ascoltabili suJamendo

Annunci

Pubblicato 27 gennaio 2012 da nowablu in Cronache mondane

Niente da aggiungere…   2 comments

Image and video hosting by TinyPic

Lunedì, 23 Gennaio 2012 molti siti si staccheranno per 24 ore, in segno di protesta e solidarietà.
Lo farò anch’io.
Anch’io staccherò da internet, tuttavia il mio sarà solo un gesto simbolico, come mettere una candela alla finestra durante un lutto per qualcosa di tragico accaduto a migliaia di chilometri da casa mia. Il fatto che non mi vediate per un’intera giornata, che spenga il pc, il modem, non vi cambierà i ritmi, come immagino farà Google, o Facebook, o altri siti grossi.
La mia è una scorreggia, ma sai che puzzo se scorreggiassimo tutti insieme!?

Altro che buco nell’ozono…
(Se dessi di merdaioli a quelli dell’FBI quanti anni di galera mi darebbero?)

Pubblicato 21 gennaio 2012 da nowablu in A volte son seria

La regolarità…   1 comment

Io sono una persona molto regolare, nella mia “confusionarità”. Ho un orario per mangiare, per bere, ho le mestruazioni regolarissime e (in culo alla maggior parte delle donne) indolori e un orario per cacare.
Nella mia vita di pendolare, ho dipeso molto dagli orari dei treni, che se sono puntuali bene, altrimenti sono cazzi.
Infatti molte volte (e riguardando indietro verso il passato) mi sono resa conto che, ad ogni ritardo ferroviario, da Firenze Rovezzano a Firenze S.M.N. io mollavo la zavorra.
Alla luce dei fatti se ne può dedurre che non solo io ho orari molto regolari, ma pure i ritardi delle ferrovia dello stato li hanno.
Raramente mi trovo, a causa dei ritardi, a cacare nei pressi di Pontassieve, anche perché non ho nulla contro i i tizi di Pontassieve, quindi quelle poche volte ho preferito tenerla e mollarla a Compiobbi!
Detto ciò, credo che a nessuno freghi un cazzo, ma siccome non avevo nulla da fare ed ero in vena di dire due stronzate (giusto per rimanere in tema) ho scritto questo illuminante intervento anche per smorzare l’andazzo un po’ troppo politico e polemico degli ultimi tempi.
Tuttavia vi lascio con una canzoncina allegra, spensierata dove si può notare seppur velatamente i punti più salienti del pensiero Marxista.

Pubblicato 9 gennaio 2012 da nowablu in Scirocco misto a polveri fini

Taggato con

La risoluzione.   3 comments

Sono passati ormai sette giorni dal blitz a sorpresa della Guardia di Finanza a Cortina e ancora c’è dello sdegno nel regno dorato del gozzoviglio natalizio.
Luogo citato nei più famosi cinepanettoni (se non tutti), in cui si ostenta la spensieratezza, la ricchezza, l’essere più o meno dei vip… Macchinoni per le strade, negozi impeccabili e alberghi che non tutti si possono permettere, con cameriere ai piani che lavorano come bestie, al nero e sottopagate, ma questo nei film non si vede, anzi… la cameriera, quando non è una governante vecchia e grassa col carattere che in confronto la signorina Rottermeier di Heidi è la fatina del dentino, è sempre una biondona di un metro e novanta, con misure 90-60-90, che in uniforme succinta ammalia il riccone di turno (a me uniformi del genere non le davano mai, ci dotavano di una veste che non si sarebbe messa nemmeno la mi’nonna per andare a cacare! Forse perché non sono un metro e novanta con misure 90-60-90!…).
La crisi…
I padroni di quei macchinoni, che in alcuni casi hanno anche uno yacht a Porto Cervo e/o un bell’elicottero privato chissà dove, hanno lamentato un calo di fatturato, dichiarando una cosa che non sta ne’ in cielo, ne’ in terra. Eppure Cortina è sempre zeppa di gente. Passi che girellino senza comprar nulla, ma da qualche parte dovranno pur dormire, no?
I controlli sono iniziati dagli alberghi, visto che qualcosa strideva con le dichiarazioni dell’anno precedente, a domanda: “Ma come lo mantiene il suo Suv, il suo yacht e quel biplano d’epoca che è parcheggiato all’aeroporto di Malpensa?… Non per malpensare, ma lei dichiara 20000 euro ormai da una decina d’anni!”
E per forza! Prima c’erano le lire!!!
Interviene Luca Alfonsi, Assessore al Commercio di Cortina: “Noi siamo onesti! Uno su mille non fa di Cortina un covo di evasori!”
Certo, certo… Anche il sindaco Andrea Franceschi arriva a dar man forte all’impacciato assessore, che stamane, durante il programma di Uno mattina in famiglia non sapeva più cosa rispondere a un Tiberio Timperi impietoso e piuttosto sarcastico, ma c’è da capirli, finora si crogiolavano dietro alla celebre frase di Berlusconi che disse: “se uno Stato mi chiede il 50% di quello che guadagno mi sento moralmente autorizzato ad evadere”… e nessuno vuole andare contro la morale, no? Finora tra l’altro, nessuno era andato contro Berlusconi… non fino a questo punto almeno. Tuttavia Franceschi ribatte: ” se si dice che evadere è giusto vuol dire che non siamo in un mondo civile”. Eppure certa gente è lì a decidere le nostre sorti… lavoro logorante e a mezzogiorno pausa alla mensa del Parlamento, dove uno spaghetto allo scoglio costa la bellezza di 1,80 euro.
Già… come al ristorante vicino casa mia!!
Veramente troppo per chi guadagna solo 30000 euro al mese e menomale che le auto blu gliele passano!
Ha ragione l’onorevole Pisacane quando dice che con stipendi del genere è una vita da cani!!
Basta così per oggi…
Come? Di cose da dire ce ne sarebbero tante?
E che non lo so?
Comunque rallegriamoci, grazie alla Finanza a Cortina d’Ampezzo il fatturato è cresciuto del 300%!!
Speriamo vengano anche qui a Firenze, così forse c’è speranza che ritrovi lavoro!
E come diceva la Mazzamauro nel film di Fantozzi: “Venghino, venghino!!”

Pubblicato 7 gennaio 2012 da nowablu in Scirocco misto a polveri fini

E che il kitch sia sempre con noi!   Leave a comment

Dal momento che ci sono in giro certi elementi a dare l’esempio ai nostri giovani, già ferocemente rincretiniti dalla qualità scadente dei pasti (abbondanti) che vengono loro rifilati, augurarvi buon 2012 è davvero un azzardo.
E aspettando una patrimoniale indirizzata solo a coloro che patrimoni non ne hanno, ascoltando il messaggio di un comunista di presidente della Repubblica, che ce l’ha messa tutta, pover’uomo, per essere convincente e che ci sprona a resistere, perché gli italiani devono tutti fare uno sforzo (ma i politici dicesi italiani o sono un’altra razza, quindi esonerati dai suddetti sacrifici?)ascoltiamoci uno dei brani più idioti degli ultimi tempi.

Pubblicato 2 gennaio 2012 da nowablu in Scirocco misto a polveri fini