Archivio dell'autore

L’eterna Norma dei sogni.   Leave a comment

Il 5 Agosto 1962, precisamente cinquant’anni fa, moriva Marilyn Monroe.
Tante cose son state dette su questa improvvisa, incredibile morte. Ci hanno ricamato talmente tanto sopra che alla fine ogni giustificazione apparve improvvisamente plausibile.
Io non intendo criticare, ne’ tantomeno boicottare nessuna di queste. Mi sono fatta la mia idea e quale questa sia a voi non deve fregare un cazzo.
Questo intervento voleva solo soffermarsi su questa persona: Norma Jeane di cognome e padre incerti. A volte la chiamavano Mortenson, a volte Baker, cresciuta tra un orfanotrofio e un affidamento, tra una prozia menefreghista e un tutore violento e becero. Marilyn si tirò fuori dalla mediocrità con le sue sole forze, con nemmeno un dollaro e con il fisico che si ritrovava.
Soffermiamoci sulla quart’ultima parola per un istante, “fisico” e guardiamo questa splendida creatura, talmente naturale e perfetta che come lei non ne sono rinate… e nemmeno sono stati capaci di rifare.
Marilyn, all’età di vent’anni, subì una piccola operazione al naso, soffriva di sinusite e il chirurgo rimpicciolì, gratuitamente, le dimensioni delle narici dell’allora ancora Norma, giustificando poi il suo atto con un “un piccolo omaggio, una bellezza così non l’avevo mai vista…”. Per il resto colei che diventò la bellissima, irripetibile, Marilyn Monroe era assolutamente naturale.

Oggi le dive, o coloro che vorrebbero diventarlo, non si affacciano al mondo dello spettacolo se prima non hanno fatto vari ritocchi qua e là.
A vent’anni son sufficienti dei ritocchi, a quaranta si chiamano interventi, a sessanta si chiamano violenze (nei confronti di chi le guarda, non certo di chi se le fa!). E’ anche vero che a Marilyn, la possibilità di arrivare a quarant’anni non è stata data e probabilmente oggi, a 86 anni, avrebbe ella stessa, durante la sua carriera, abbracciato la religione del bisturi e del botulino, ma quante delle dive odierne possono vantare a 36 anni di essere fatte solo di carne?
Labbra, poppe, zigomi, culi, impianti capillari, peli di fica (sapete com’è, dopo i 65 pare inizi a spelacchiarsi…), cosa di tutto questo che ci è dato vedere sarà originale?Io continuo a credere che se a distanza di cinquant’anni dalla sua morte, Marilyn continui a far girare uomini e donne “quando passa”, è proprio perché era naturale…

Image and video hosting by TinyPic

E per essere cattiva fino in fondo ecco due quasi coetanee a confronto.

Image and video hosting by TinyPic

Sandra è più giovane di Angela di circa 7 anni. Sicuri che con tutti quegli interventi lo dimostri ancora?

Pubblicato 5 agosto 2012 da nowablu in A volte son seria

Censura al post del 25 Aprile 2012.   6 comments

La cancellazione del mio intervento (Ma siccome hanno reso inagibile lintero post, copincollo qui la mia correzione): …


30/07/2012

Mi è stato chiesto “gentilmente” di rimuovere questo intervento dalla WordPress/Automattic, una sorta di Milizia che controlla che ciò che le persone scrivono sulla piattaforma sia consono al rispetto reciproco e ai vari copyright.

Io non ho ben capito se di questo intervento dovessi solo togliere il link alla pubblicità del videocorso o cancellare tutto quanto l’intervento, sinceramente non è che mi cambi gran che, dal momento che è fuori ormai da svariate settimane, che WordPress non è l’unica piattaforma in cui scrivo e che i miei contatti sono pieni di link tutti intrecciati tra loro. In sostanza credo che ormai questo intervento abbia già fatto abbastanza il giro del mondo.

Vista l’inutilità di sfidare la Milizia di WordPress, tolgo nella sua interezza il post (non prima di averlo salvato, quindi niente è perduto, eh…).

No, non vi addolorate, sono abituata a ricevere minacce, vi ricordate la letterina d’amore che mi arrivò qualche anno fa e che riportai qui (per la verità eravamo tutti ancora nella rimpianta piattaforma di Windows Live Space… che bei momenti…) nell’intervento “Buongiorno Principessaaaaa”? https://nowablu.wordpress.com/2008/11/08/buongiorno-principessaaaaa/  No? Mal di poco, non è altro che un’altra storia di poveri disadattati.

Comunque, siccome secondo i signori che ci controllano le scritture sui nostri blog, pare che io abbia violato qualche copyright, o offeso qualche signore che fa fatica a trombare con una frequenza accettabile, mi trovo costretta a cancellare l’intervento, dunque tante buone cose e… per potervi rendere conto di cosa si trattava e a quanto ammontavano tali offese e violazioni vi invito a contattarmi privatamente e se anche per email non si potesse fare (ormai mi meraviglio davvero di poco!) vi invito a casa mia per un caffè, una brioscina e un pomeriggio in allegria parlando di questo e di molto altro, ma soprattutto…

… ci vedremo presto in libreria! La mia avventura (castrante) sul web diverrà presto il mio quinto romanzo, short e molto intenso!

Nel frattempo infinite scuse agli ideatori del videocorso, al presentatore dello stesso e a chi ha composto la musichetta che fa da sottofondo al DVD per averli citati, sebbene senza far nessun nome. Scuse particolari ai signori che hanno acquistato il videocorso, con la speranza di sane notti di sesso sfrenato.

Augurandomi che il senso critico del genere umano goda di momenti migliori, buone vacanze a tutti!
… mi è stata imposta perché secondo i termini per l’uso della piattaforma WordPress pare abbia leso nella propria sensibilità alcuni “disabili”, o almeno questo è ciò che ho evinto rileggendomi i punti salienti che mi sono stati inviati insieme al simpatico invito alla cancellazione dell’intervento.
Per la verità con le mie parole pare io abbia messo in cattiva luce il prestigioso nome del videocorso, che da più di 15 anni si adopera per aiutare poveri insicuri ad avere una trombatina ogni tanto.
Me ne dispiaccio, non era mia intenzione, ho solo sperato di accendere nei lettori quel minimo di senso critico che farebbe ben altri e migliori miracoli, fino a renderli molto di più che quegli omuncoli “disabili” e complessati di cui va parlando il videocorso, perché ricordatevi una cosa sempre: chi vi vuole curare facendosi pagare un DVD decine di euro, prima deve convincervi che siete malati!

Infine una cosa che non c’entra nulla con quanto detto sopra:

Cos’è questa storia di un quadro pubblicitario che sormonta gli interventi e che non è possibile togliere? Secondo voi, cari signori di WordPress, come diavolo è possibile leggere un intervento se le prime righe sono coperte da pubblicità?

Spero vivamente che questa cosa trovi un termine il prima possibile.

Grazie.

Pubblicato 30 luglio 2012 da nowablu in Cronache mondane

Medley di Giugno!   Leave a comment

Ecco a voi, sebbene con un po’ di ritardo, il Medley di Giugno.

Stavolta renderò omaggio a un gruppo fantastico, la cui musica, sentirete da voi, spazia dal celtico, all’ambient, electronic, adventure… sono un gruppo davvero completo. Gli zero-project.

Tutti I loro album sono rintracciabili e scaricabili legalmente e gratuitamente sul sito Jamendo!

Buon ascolto….

Pubblicato 10 giugno 2012 da nowablu in Scirocco misto a polveri fini

Politic show!   2 comments

Pensate che nell’attuale la politica italiana faccia ridere? Faccia notizia? Pensate che più zimbelli di così non si potrebbe essere?

SBAGLIATOOOO!!!!

La politica italiana non ha ancora dato il meglio di sé, infatti i nostri vicini di casa ci tengono ancora penosamente nell’Unione Europea. Qualche disadattato, qualche vecchietto nostalgico e qualche ragazzotto cresciuto a Tokio Hotel e Justin Bieber e che di politica se ne intende meno di Candy Candy (che per quanto personaggio patetico fosse, sapeva il fatto suo) pensa che l’Euro sia una disgrazia, ma quanto meno ha fermato l’inflazione. Che poi la roba rincari, bastonata dalle accise e altre menate e gli stipendi rimangano gli stessi, non va imputato all’Euro, bensì a tutti quei mettìnculi di politici, scarrozzati aggratis, grassocci e vacanzieri, accaniti giocatori di Supermario, sonnecchianti amministratori di un’Italia che sonno non ha e sempre più inclini a rilasciare dichiarazioni a bischero.

Non sono una di quelli che dicono “sinistra o destra sono tutti uguali”, ma credetemi quando vi dico che guardandomi attorno mi resta sempre più difficile ricacciare in gola certe affermazioni.

La politica italiana, forte del fatto di non essere ancora al massimo della sua comicità (ed è vero), schiera tra le file dei nuovi volti nientepopodimenoché un comico!

… Che forte Beppe Grillo… “Te la do io l’americaaa!” urlava strascicando il suo genovese nel lontano 1981. Ricordo ancora la parodia dei barili di petrolio: “… Si paga tutto a chili, a litri, a metri. Il petrolio no, lo si paga a barili! Ma quanto cazzo è un barileeee!!??” HAHAHA!!!

… Che forte Beppe Grillo… Ma a ciascuno il suo, diceva un tale Leonardo Sciascia, che pure il politico ha fatto, nella sua vita. “… gli scienziati dicono che la linea della palma, cioè il clima che è propizio alla vegetazione della palma, viene su, verso il nord, di cinquecento metri, mi pare, ogni anno… La linea della palma… Io invece dico: la linea del caffè ristretto, del caffè concentrato… E sale come l’ago di mercurio di un termometro, questa linea della palma, del caffè forte, degli scandali: su su per l’Italia, ed è già, oltre Roma…” scriveva ne Il giorno della civetta.

Veggente.

Ed ecco che, non paghi delle risatine strappate con imbarazzante nonchalanse ai colleghi europei da parte dei nostri politici, gli italiani fanno la hola a Beppe Grillo. Che di fatto resterà sempre un comico. Politicizzato ma comico, nella misura in cui Berlusconi rimarrà sempre un magnate dell’emittenza privata televisiva.

Televisiva…

Li avrete certamente visti i telegiornali delle emittenti del Biscione, vero? Ed ecco che della mezz’ora di cui gode generalmente un telegiornale abbiamo 5 minuti di politica, se così si può chiamare, che per non risultare troppo palesemente di parte, manda a culino stretto notizie apparentemente non di parte, tanto le si vedrebbero nei notiziari delle altre reti. Il problema è che ultimamente la mano enorme di Silvio era arrivata un po’ dappertutto, tramite leggine ad personam, minacce, mazzette, ogni tanto allungava pure qualche puttanella di seconda mano a quello e a quell’altro (e si sa, tira più un pelo di fica che una pariglia di buoi!), quindi cosa non sia di parte è difficile da capire, perfino sulle altre reti. C’è chi vorrebbe risparmiare RAI3, ma io non lo faccio.

Dopodiché si passa a 10 minuti circa, ma spesso sono di più, di cronaca nera… o per meglio dire pettegolezzi su chi ha ucciso chi e dove. Grazie a questi minuti gente come Pietro Maso, Anna Maria Franzoni, Raniero Busco, Amanda Knox e altri come loro (non sono esclusi i preti… vi ricordate l’omicidio di Elisa Klaps?) diventano personaggi degni per farci un film, dal film la gloria… soprattutto per i magnati della televisione, perché spesso si tratta di film per la tv.

I restanti 15 minuti un po’ di sana pubblicità e poi sport… oddio, sport, direi più calcio. Milan… embè, che ci dobbiamo aspettare? Siamo su Mediaset. Il 70% di quei minuti parla di calcio, il 70% di quel 70% del Milan.

Chiacchiere… questo sono, non notizie.

Ovvio.

Ma piace, non so perché ma piace! Forse perché intorbidisce la mente con cose che non creano grossi problemi, ma non è fingendo con noi stessi che si affrontano i problemi e si risolvono.

Ed ecco che l’arzillo Cavaliere, ormai scornato perfino dall’aitante Ruby, manda in campo Gerry Scotti a contrastare l’entusiasmo Grilliano.

Ora… io non vorrei risultare troppo critica, ma uno showman che contrasta un comico nell’ambito della politica e in un momento come questo, quanta fiducia nel futuro può darmi?

Grillo è una macchietta e Scotti, cazzo se lui non sa fare il suo lavoro! E’ quasi eccitante quando ti guarda di sbieco attraverso la macchina da presa, nonostante non sia il massimo della bellezza. E quando modula la voce in quel modo e dice… “l’accendiamo?”. Ma accendimi tutta quanta che tanto mica ho fretta!!!

Ma in politica no, caro Gerry, non ti ci voglio.

Eppure ce lo dovremo aspettare, prima o poi, perché se Berlusconi ha deciso di schierare lui, avrà il suo bel programmino in mente per tirarcelo nel culo un altro po’.

Contateci.

Pubblicato 8 giugno 2012 da nowablu in Scirocco misto a polveri fini

Brindisi…   2 comments

Image and video hosting by TinyPic

Tolleranza zero.

Pubblicato 19 maggio 2012 da nowablu in A volte son seria

Per dimagrire ci vuole cervello!   Leave a comment

Image and video hosting by TinyPic

Di una cosa vi pregherei, prima di procedere nella lettura e soprattutto nella visione di questo intervento:
NON DATE MERITI ALCUNI A PHOTOSHOP! Ogni persona riportata qui è già morta, o lo starà per fare inesorabilmente, quindi abbiate un po’ di rispetto e soprattutto abbiate senso della realtà!

Perché questo intervento ad un soffio dalla prova costume?
Perché sono un pezzo di merda! Ecco perché.
Sono una bastarda che porta la 44 e a volte dura fatica ad entrarci, ma sono bella… eccome se lo sono! Sono bella perché sorrido, perché ho vitalità, resistenza, fiato da vendere e le tue mani, uomo, potranno affondare su un pancino morbido e rotondo… ogni cosa mia è rotonda. L’unica cosa spigolosa che ho è ‘sto viziaccio di dire in faccia la verità.
E adesso una domanda:
Quale di queste due donne è la tua donna ideale?

Image and video hosting by TinyPic

Lo sto chiedendo anche a te, lettrice femmina, sempre ammesso ti sia rimasto il fiato di dire qualcosa…
Occhi per continuare a leggere te ne sono rimasti? Bene, andiamo avanti.
Quando si arriva a questi limiti il Desiderio di dimagrire, che va sempre ponderato con criterio, è ormai diventato Ossessione, poi si trasforma senza preavviso in Malattia e poi in Morte.
Premettendo che se pesi 120 chili hai pure le tue buone ragioni per desiderare di snellirti un po’, va visto se raggiungendo i 70, 65, 60… 50 chili, il bisogno persiste ancora.
Facciamoci un po’ di cazzi miei, giusto per fare un esempio e guardatemi bene (se cliccate sull’immagine della fotocamera, a sinistra, entrerete tra alcune mie foto senza vestiti indosso). Io sono alta 1 metro e 65 e peso intorno ai 60-65 chili. La tizia ritratta subito sotto era alta quanto me, ma ne pesava 31 ed è morta:

Image and video hosting by TinyPic

Era una indossatrice, una cioè di quelle donne che dovrebbero essere un modello estetico.
No grazie, mi garbo così e me ne sbatto se i vestiti delle passerelle non mi donano, faccio così schifo con un paio di jeans e la canottierina che lascia intravedere il balconcino? Io almeno le tette ce l’ho!
Ma di chi è la colpa per tutto questo scempio?
Eh… la colpa morì fanciulla, cari miei… a volte se la becca il Sistema, a volte le madri, a volte la Moda, a volte la caparbietà con cui ci si accanisce sulle cose. Quante colpe si vedono fioccare leggendo certi articoli sull’anoressia, bulimia, blablabla… per questo ognuno di questi “incolpati” insistono nei loro propositi, ma tanto di cappello a chi, come la modella subito sotto, si sforza di mostrare un altro tipo bellezza:

Image and video hosting by TinyPic

Via i chili, via il sorriso…

Image and video hosting by TinyPic

Ma basta parole, basta con queste bellezze grassocce e godiamoci gli ultimi scatti della bellezza che vorrebbero imporci, oltre agli ultimi scatti di vita di queste poveracce:

Image and video hosting by TinyPic

Buona prova del costume a tutti.

Pubblicato 15 maggio 2012 da nowablu in A volte son seria

Medley di Maggio!   Leave a comment

Dopo aver saltato il mese di Aprile, ecco il nuovo player. Un Medley lunghetto con alcuni tra i brani più belli tratti da vari album di Roger Subirana Mata

Musica free, bella, versatile, che potrete ascoltare integralmente su Jamendo

Pubblicato 12 maggio 2012 da nowablu in Cronache mondane