Archivio per la categoria ‘Cronache mondane

Censura al post del 25 Aprile 2012.   6 comments

La cancellazione del mio intervento (Ma siccome hanno reso inagibile lintero post, copincollo qui la mia correzione): …


30/07/2012

Mi è stato chiesto “gentilmente” di rimuovere questo intervento dalla WordPress/Automattic, una sorta di Milizia che controlla che ciò che le persone scrivono sulla piattaforma sia consono al rispetto reciproco e ai vari copyright.

Io non ho ben capito se di questo intervento dovessi solo togliere il link alla pubblicità del videocorso o cancellare tutto quanto l’intervento, sinceramente non è che mi cambi gran che, dal momento che è fuori ormai da svariate settimane, che WordPress non è l’unica piattaforma in cui scrivo e che i miei contatti sono pieni di link tutti intrecciati tra loro. In sostanza credo che ormai questo intervento abbia già fatto abbastanza il giro del mondo.

Vista l’inutilità di sfidare la Milizia di WordPress, tolgo nella sua interezza il post (non prima di averlo salvato, quindi niente è perduto, eh…).

No, non vi addolorate, sono abituata a ricevere minacce, vi ricordate la letterina d’amore che mi arrivò qualche anno fa e che riportai qui (per la verità eravamo tutti ancora nella rimpianta piattaforma di Windows Live Space… che bei momenti…) nell’intervento “Buongiorno Principessaaaaa”? https://nowablu.wordpress.com/2008/11/08/buongiorno-principessaaaaa/  No? Mal di poco, non è altro che un’altra storia di poveri disadattati.

Comunque, siccome secondo i signori che ci controllano le scritture sui nostri blog, pare che io abbia violato qualche copyright, o offeso qualche signore che fa fatica a trombare con una frequenza accettabile, mi trovo costretta a cancellare l’intervento, dunque tante buone cose e… per potervi rendere conto di cosa si trattava e a quanto ammontavano tali offese e violazioni vi invito a contattarmi privatamente e se anche per email non si potesse fare (ormai mi meraviglio davvero di poco!) vi invito a casa mia per un caffè, una brioscina e un pomeriggio in allegria parlando di questo e di molto altro, ma soprattutto…

… ci vedremo presto in libreria! La mia avventura (castrante) sul web diverrà presto il mio quinto romanzo, short e molto intenso!

Nel frattempo infinite scuse agli ideatori del videocorso, al presentatore dello stesso e a chi ha composto la musichetta che fa da sottofondo al DVD per averli citati, sebbene senza far nessun nome. Scuse particolari ai signori che hanno acquistato il videocorso, con la speranza di sane notti di sesso sfrenato.

Augurandomi che il senso critico del genere umano goda di momenti migliori, buone vacanze a tutti!
… mi è stata imposta perché secondo i termini per l’uso della piattaforma WordPress pare abbia leso nella propria sensibilità alcuni “disabili”, o almeno questo è ciò che ho evinto rileggendomi i punti salienti che mi sono stati inviati insieme al simpatico invito alla cancellazione dell’intervento.
Per la verità con le mie parole pare io abbia messo in cattiva luce il prestigioso nome del videocorso, che da più di 15 anni si adopera per aiutare poveri insicuri ad avere una trombatina ogni tanto.
Me ne dispiaccio, non era mia intenzione, ho solo sperato di accendere nei lettori quel minimo di senso critico che farebbe ben altri e migliori miracoli, fino a renderli molto di più che quegli omuncoli “disabili” e complessati di cui va parlando il videocorso, perché ricordatevi una cosa sempre: chi vi vuole curare facendosi pagare un DVD decine di euro, prima deve convincervi che siete malati!

Infine una cosa che non c’entra nulla con quanto detto sopra:

Cos’è questa storia di un quadro pubblicitario che sormonta gli interventi e che non è possibile togliere? Secondo voi, cari signori di WordPress, come diavolo è possibile leggere un intervento se le prime righe sono coperte da pubblicità?

Spero vivamente che questa cosa trovi un termine il prima possibile.

Grazie.

Pubblicato 30 luglio 2012 da nowablu in Cronache mondane

Medley di Maggio!   Leave a comment

Dopo aver saltato il mese di Aprile, ecco il nuovo player. Un Medley lunghetto con alcuni tra i brani più belli tratti da vari album di Roger Subirana Mata

Musica free, bella, versatile, che potrete ascoltare integralmente su Jamendo

Pubblicato 12 maggio 2012 da nowablu in Cronache mondane

E’ tornato il player!!   Leave a comment

Da oggi il mio blog ha nuovamente la musica!
Premete play sul lettore a fianco e potrete ascoltare la musica che amo di più!

Ogni brano riprodotto è libero!
La musica di questo mese è:

Freyjas tears medley
Medley 2010
Butterfly Odissey
Cavern of Time V2

di Butterfly Tea, i cui album sono ascoltabili suJamendo

Pubblicato 27 gennaio 2012 da nowablu in Cronache mondane

Intervista carpita.   1 comment

Mi è capitato di leggere questa intervista sul blog di Maddy e di Gièck e siccome non avevo un cazzo da fare, l’ho fatta anch’io…

Come scegli i libri da leggere? Ti fai influenzare dalle recensioni?

Non sempre le recensioni mi influenzano, a dire il vero raramente le leggo prima di comprare un libro, preferisco sceglierlo “a pelle”. Il che significa che la prima cosa che mi attrae è il genere, poi l’autore (se già lo conosco, altrimenti passo al titolo), poi leggo il titolo, osservo la copertina, che se è rigida è già un punto di vantaggio, poi prendo in mano il libro, lo volto e ne leggo la trama, lo apro e leggo gli inserti all’interno della sopracopertina.
Un vantaggio in più ce l’hanno i libri che sono fini a se stessi, che non fanno cioè parte di saghe, trilogie e altre cose che in genere sul complesso della saga è bello solo il primo (tipo la saga di Twilight, un deprimente decadimento libro dopo libro).

Dove compri i libri, in libreria o online?
Rigorosamente in libreria. Recarmi in libreria è una vera e propria uscita, come uscire al cinema, o in birreria, cioè quando esco per andare in libreria è perché voglio fare solo quello e in genere torno a casa con degli acquisti.

Aspetti di finire la lettura di un libro prima di acquistarne un altro o hai una scorta?
Ne ho una scorta, in genere compro dai tre ai cinque libri a volta.

Di solito quando leggi?
In treno, mentre i bambini riposano, quando riposo io, o quando ho la certezza di poter finire in breve tempo un libro che mi ha attizzata fin dal momento dell’acquisto.

Ti fai influenzare dal numero delle pagine quando compri un libro?
E’ l’unica cosa che non considero… Certo che se è un libro di venti pagine ammetto che me lo rigiro per le mani un po’ perplessa.

Genere preferito?
Fantascienza, lo è stato per molto tempo. Ma non disdegno nemmeno il fantasy, qualche thriller (ma deve essere fatto davvero bene). Insomma diciamo che anche per variare prendo in considerazione generi vari, ma la fantascienza rimane un genere per me assolutamente affascinante.

Autore preferito?
Fredric Brown. Anche se citarne uno solo mi sembra frustrante, ce ne sono molti che meritano una citazione, diciamo che il suo Assurdo Universo è il libro più bello che abbia mai letto.

Quando è iniziata la tua passione per la lettura?
Non lo so, ma leggo dall’età di due anni (ma sono agli antipodi dall’essere un genio eh!). Ricordo di aver sempre letto.

Presti i tuoi libri?
E’ capitato, ma lo faccio malvolentieri e sempre a persone di cui mi fido ciecamente.

Leggi un libro alla volta o riesci a leggerne diversi contemporaneamente?
Uno alla volta, ci metto pochissimo a finire un libro e sebbene a volte la curiosità nei confronti degli altri (ne compro sempre più d’uno) sia forte, prima preferisco finirne uno e poi iniziarne un altro.

I tuoi amici\familiari leggono?
Poco e comunque parecchio meno di me.

Quanto impieghi mediamente a leggere un libro?
Dalle due ore (Assurdo universo, Fredric Brown) ai cinque giorni (Un cappello pieno di ciliegie, Oriana Fallaci), a parte la mesata che mi occorse per finire Il signore degli Anelli, J.R. Tolkien.

Quando vedi qualcuno che legge (ad esempio nei mezzi pubblici) sbirci il titolo dellibro?
Sì, un libro svela molte cose sulla persona che lo sta leggendo, benché in pochi sappiano coglierle.

Se tutti i libri al mondo dovessero essere distrutti e potessi salvarne uno soltanto, quale sarebbe?
Non potrei salvarne uno solo, ma so quale non mi prodigherei per salvare!

Perché ti piace leggere?
Perché mi fa sognare. Sognare è un po’ come scopare… soddisfa e appaga la fantasia.

Leggi libri in prestito o solo libri che possiedi?
Leggo tutto ciò che ritengo interessante, anche se a volte prendo delle fregature. Tuttavia leggere non è mai una perdita di tempo.

Quale libro non sei mai riuscito a finire?
I figli di Hurin, J.R. Tolkien… è lì che non va ne’ sta…

Hai mai comprato libri solo per la copertina? Cosa ti colpisce delle copertine?
No, come ho già detto scelgo i libri in base a più di un parametro. Le copertine che attraggono credo siano quelle colorate, accattivanti, con disegni realistici, soprattutto per il genere fantasy credo che la copertina ricopra un ruolo molto importante.

C’è una casa editrice che ami particolarmente e perché?
La casa editrice è un veicolo per la divulgazione, non c’entrano nulla ne’ con la qualità del contenuto di un libro, ne’ con i miei gusti in fatto di lettura.

Porti i libri ovunque o li tieni al sicuro in casa?
Porto con me solo il libro che sto leggendo, altrimenti restano in casa.

Qual è il libro che ti hanno regalato e che hai apprezzato maggiormente?
Non ricordo mi siano stati regalati libri che mi hanno colpita particolarmente, l’ultimo era In nome della Madre, Erri de Luca. Una palla pazzesca! Meno male che era cortissimo.

Come scegli un libro da regalare?
E’ la cosa più difficile da fare, credo. La conoscenza della persona qui deve essere veramente estrema. In genere preferisco non regalare libri, a meno che la richiesta sia esplicita, allora cerco di sbirciare i libri che già ha.

La tua libreria è ordinata secondo un criterio particolare?
Sì, sono ordinati dal più alto al più basso! BWAHAAHAAHAA!!!! Eh…

Quando leggi un libro che ha delle note, le leggi o le salti?
Leggo tutto di un libro, fuori e dentro.

Leggi eventuali introduzioni, prefazioni postfazioni o le salti?
Come sopra.

 

Pubblicato 27 luglio 2011 da nowablu in Cronache mondane

TORNEO 3 MAGHI!!   Leave a comment

Sarà un evento grandioso!
Per la prima volta tre siti dedicati al filone di Harry Potter si sfideranno in un duello avvincente.
Non è stato facile, ma qualsiasi cosa, se grande, non è facile…
Vuoi sapere chi vincerà?


Giratempoweb Lumos Radiopotter

TORNEO 3 MAGHI

Presto… prestissimo… a Maggio!

Pubblicato 13 aprile 2011 da nowablu in Cronache mondane

La carriola.   Leave a comment

Possedevamo una carriola funzionante, nel senso che era integra e comodissima per i vari lavori che in una casa con giardino ci son da fare. Gentilmente “imprestata” da mio padre nei primi tempi in cui Alessandro ed io abbiamo fatto nucleo familiare per conto nostro.
Come molti, anche noi abbiamo abitato la nostra casa che ancora era da finir di fare, ma non è questa una cosa per cui sgomentarci. Fin quando hai un fornello e il cesso tira via la merda, sei in un ventre di vacca!
La carriola dimorava nell’androne d’entrata insieme ad alcuni sacchi di cemento e una pila di mattonelle che sarebbero servite per pavimentare parte del giardino su cui posare sopra un gazebo.
Poi l’erba del giardino ha iniziato a lamentare una falciatina, cosa che è avvenuta. Ma, benché ogni falciatore abbia il suo ricevitore per l’erba tagliata, quest’ultimo è da svuotare. Ecco che in giardino “sorse” ben presto un grosso sacco nero che ingrossava appoggiato da una parte come un’oca d’allevamento.
Il sacco nero divenne ben presto pesante e anche piuttosto bruttino da vedere, dunque fu caricato sulla carriola, che finalmente ebbe qualcosa da fare e fu trasportato ai cassonetti biologici.
Giacché in casa si erano formate le rigate del passaggio della carriola, Alessandro pensò bene di trasferire la carriola definitivamente in giardino, per poterla avere a portata di mano non appena si fosse messo a fare il cemento e a piastrellare il piano del gazebo.
Passa l’estate e passa l’inverno…
La carriola, fuori all’intemperie iniziò ad avere i primi acciacchi e oltre alla ruota forata le scoprimmo un buco sul fondo del cassone. 40 euro di ruota nuova, ma per il buco niente da fare, nonostante l’idea brillante di Alessandro di tapparlo con una palata di cemento e aspettare che fosse tirato prima di usarla (perdonate, ma al ricordo mi è venuta voglia di cacare. Torno subito.).
Dunque, si diceva, il rattoppo ovviamente non funzionò, staccandosi e perdendosi tra l’impasto di cemento che fu fatto e che finì tipo zeppa sul piano del gazebo (infatti ho una mattonella storta). Da qui lo sgocciolìo pietoso che fuoriusciva dal buco e che smerdò di cemento mezzo prato.
Alla fine la carriola fu abbandonata in mezzo al giardino. Dichiarata incapace d’intendere e di volere fu usata come raccoglitore di porcherie e mezzo di trasporto per le stesse ai cassonetti.
L’ultimo carico, che ancora giace nel mio androne, risale a circa un anno fa. Alessandro, poco prima che il giudice decretasse che se ne andasse da casa, fece un gran ripulisti di tutte le sue cianfrusaglie e quelle che dichiarò da buttar via le caricò tutte sulla carriola. Oltre a ciò essa contiene anche vecchi calcinacci, cortecce spazzate dalla legnaia e polvere proveniente dalla strada. Uno schifo buttato alla rinfusa sulla carriola che per affrontare il problema fu deciso di lasciare ai cassonetti la carriola stessa.
Nel giugno del 2010, la carriola fu portata fuori dal mio androne e cagata attigua all’entrata di quest’ultimo.
Dopo dieci giorni era ancora lì. Fu detto ad Alessandro che lì rompeva i coglioni e lui la rimise dentro l’androne!
Oggi, 7 Aprile 2011, la carriola è di nuovo fuori dall’androne, accanto alla mia entrata:
“Ma che la rimetti qui?”
“Dopo la levo…”
“Ce l’avevi in mano, portala via ora, no?”
“Ora non posso.”

Pubblicato 7 aprile 2011 da nowablu in Cronache mondane

CreditZ.   Leave a comment

Oggi uscirà la seconda puntata di “Shooting Star podcast”.
Mi sembra quindi doveroso ringraziare i 36 ascoltatori che fino a tutto ieri hanno portato gli ascolti totali a 61.
Pochi? Mi sto beando per poco? A me fanno piacere, non pensavo davvero, inoltre i commenti sono positivi. Insomma oggi ci riprovo con la seconda puntata, l’argomento si evolverà e spazierà in altri campi man mano che le puntate usciranno…
Poi vorrei fare un ringraziamento speciale agli autori delle musiche che ho usato per sottofondo. E’ tutta musica emergente che ho “carpito” senza che gli artisti ne fossero al corrente, solo perché era lì a disposizione e ciò non mi giustifica comunque se non dovessi rendere omaggio.
Un grazie particolare ai Gamml (mi rivolgerò sempre al plurale, perché dal momento che un brano è suonato con più strumenti e cantato, do per scontato che si tratti di un gruppo di persone), il loro brano “C64 international karate rock” sarà la mia sigla iniziale, la mia presentazione, il brano con il quale inizierò e finirò sempre il mio podcast.


All’interno della prima puntata i brani che potrete riascoltare nella versione integrale sono i seguenti:
Alps” dei Motorama,
Answer to yourself” dei The soft pack,
At the mall” degli Emerald park e
Does your river run deep” dei Cam Butler.

Nella seconda puntata invece, il sottofondo è rallegrato dalLe note di:
Acre” di Krestovsky,
Beth Steel” dei Dinowarlus,
Chile la roja” dei Manwomanchild e
Usaaagi Usagi Yojimbo” dei Petar Alargic.

Tutti questi brani li potrete trovare in F.M.A.
Grazie! E a voi tutti buon ascolto.

Pubblicato 11 marzo 2011 da nowablu in Cronache mondane